OBIQUARTET

Il nuovo progetto di Oskar Boldre si raccoglie in 4tetto attorno alla semplice forma delle canzone. Racconta l'intimo mistero, la magia della vita, e la gioia delle piccole cose. Cerca di dare suono alla gratitudine. Gratitudine per la generosità della vita, per la madre terra che ci nutre e disseta.

Musiche per raccogliersi e raccogliere a mani giunte.

Le composizioni originali, cantate in italiano e napoletano, sono affiancate da alcune rivisitazioni di brani di Ivan Segreto, Luisa Cottifogli ed Eugenio Bennato.

Clara Tadini - voce
Costanza Sansoni - voce
Davide Bianchi - voce, percussioni vocali
Oskar Boldre - voce, canto difonico, chitarra classica e 12 corde

composizioni e arrangiamenti - Oskar Boldre


CLARA TADINI - Soprano, direttrice di coro, insegnante
A partire dal 2005 entra a far parte del Coro Goccia di Voci (Ticino), diretto da Oskar Boldre, come soprano e successivamente nell’Orchestra Vocale Ancore d’Aria (Milano), che l’avvicina all’improvvisazione vocale portando ad approfondire con diversi insegnanti.(Rhiannon, Oskar Boldre, Costanza Sansoni, Anita Daulne). Dal 2014 é cantante in diverse formazioni di musica tradizionale irlandese, scozzese e bretone. Nel 2015/17 partecipa all’accademia biennale di formazione per direttori di coro promossa dalla FTSC (Federazione Ticinese Società di Canto), di cui è membro attivo di comitato. Dal 2016 inizia la formazione con Oskar Boldre come direttrice di coro ed attualmente è assistente e co-conduttrice del coro Goccia di Voci Ticinese e a partire dal 2017 inizia a lavorare come insegnante in vari progetti scolastici in Italia ed in Ticino (Scuola Elementare di Castiglione Olona IT, Scuola Media Camignolo CH, Scuola Media Agno CH) sviluppando il proprio metodo che fonde coralità, ritmi, danze e gioco, attingendo da diversi metodi (GLV, Barbatuques, Anita Daulne). Dal 2019 è maestra del Coro Giovanile Leventinese CH.

COSTANZA SANSONI - Contralto, Musicoterapista insegnante
Si dedica al canto e approfondisce la propria voce in diverse direzioni frequentando vari seminari, scuole di musica e maestri di tecnica vocale. Particolare attenzione è indirizzata al canto a cappella e partecipa a diversi progetti e collaborazioni dal corale a piccoli ensemble. Alcuni nomi: Anna Bakja, Francesco Forges, Sabina Macculi, Monica Scifo, Martinho Lutero, Mario Valsecchi, Mal Waldrom, Steve Lacy, Bob Stoloff, Jay Clayton, David Warm e Joey Blake. Franco Reffo, Martin Bartelt e Stefania Trivellin i suoi referenti per la danza contemporanea, sua passione da sempre. Ha un duo vocale col quale esegue canzoni italiane e composizioni originali: Cocoband. Negli ultimi 20 anni approfondisce l’arte dell’improvvisazione vocale e i suoi maestri sono Oskar Boldre (Giocando La Voce) e Rhiannon (Vocal River - All the Way In 2010/2011). Conduce corsi e seminari di canto e movimento (Canticorpi) anche in campo terapeutico.

Dal 2011 lavora al centro diurno psichiatrico di Luino (VA) e ha collaborato e continua a collaborare, con varie strutture e cooperative (Residenza Paradiso - Lugano - CH, Comunità il Sorriso - Cuasso al Monte - VA, Comunità Giardino e Ortensie - Marchirolo – VA, Progetto Rughe dei Laboratori CreatTivamente al chiostro di Voltorre – VA, Onlus Ponte del Sorriso, reparti di Pediatria e Neuropsichiatria infantile all’ospedale di Varese) come maestra d’arte di canto e musicoterapista. Collabora con la scuola di formazione in Psicomotricità Relazionale di Varese in qualità di insegnante di vocalità in campo creativo - terapeutico.
Ha quasi ultimato una formazione triennale in Musicoterapia.

DAVIDE BIANCHI – Baritono-tenore chitarrista, ingegnere
Nel 1998 inizia a suonare la chitarra elettrica, studiando con il maestro Roberto Bassi. A partire dal 2007 si avvicina al canto moderno e corale frequentando la scuola di musica Cluster.
Nel 2008 fonda la compagnia musical-teatrale QuindiQuando-Recitarcantando e si esibisce nello spettacolo Niente A Senso – per arte si muore (regia di Riccardo Magherini), partecipando inoltre alla scrittura di musiche, testi e sceneggiatura. Nel 2015 entra a far parte dell'Orchestra Vocale Ancore d'Aria diretta da Oskar Boldre, con il quale sviluppa le tecniche di improvvisazione vocale e di uso della voce come strumento musicale.

Dal 2016 inizia a collaborare con la compagnia Yesand per il progetto Voci nel Buio in cui sperimenta l’improvvisazione nel buio totale, insieme ad attori improvvisatori e cantanti; il progetto è stato inserito tra le attività proposte dall’Istituto dei ciechi di Milano.

OSKAR BOLDRE
vocalista, polistrumentista, compositore, direttore di cori e insegnante
Autodidatta, si avvicina alla musica nel 1983 come chitarrista-cantante in band milanesi di rock progressivo. Successivamente passa attraverso esperienze free/folk e afro/jazz anche come percussionista. Nei 5 anni vissuti da contadino sull'Appennino Tosco-Emiliano scopre, immerso nel silenzio dei castagneti, la forza dello strumento voce. Nel 1992 incontra McFerrin, inizia la pratica delle circlesong e studia canto difonico con Bernard Jaeger. Nel 1995 inizia a lavorare sulla polifonia vocale con la scuola di musica popolare di Forlimpopoli IT.

Nel 1996 fonda i cori Goccia di Voci, pluripremiati a concorsi nazionali svizzeri. Nel 1997 fonda l'orchestra vocale Ancore d'Aria laboratorio tuttora fervidamente attivo. Dal 2004 è direttore artistico del festival internazionale Voci Audaci che si tiene ogni anno nel Locarnese CH, promosso dall'associazione Osa!. Ha collaborato con: Anna Oxa, Luisa Cottifogli, Albert Hera, Francesco Forges, Ivo Antognini. Oskar Boldre è vocalista attivo sia con progetti solistici sia in duo col clarinettista basso Simone Mauri e col saxofonista cantante Thomas Achermann.

Fondatore della band Afrodita con Marco Conti e Alex Cristilli. Dal 2000 insegna improvvisazione vocale ed ha scritto un metodo "Giocando la Voce".


SCHEDA TECNICA

LUOGO: Il quartetto si può esibire in qualsiasi luogo: all'aperto, auditorium, sale, teatri e chiese.
AUDIO: il concerto può essere eseguito sia in acustico che amplificato. Se necessario, forniamo ed installiamo l' impianto audio adatto.
LUCI: Su richiesta, possiamo inoltre fornire ed installare un impianto luci con il nostro tecnico di fiducia.
SPAZIO PALCO: 5x2mt.
PROVE & SOUND CHECK: Disponibilità dello spazio 2 ore prima dell'inizio del concerto con ev. accesso alla corrente elettrica (220volt).
NECESSITA': Chiediamo una stanza ove potersi cambiare e lasciare custoditi gli effetti personali. Acqua minerale naturale, bicchieri e una toilette nelle vicinanze.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.